Realizzazione impianto fotovoltaico su edificio a Rometta (ME)

Avviso per realizzazione impianto fotovoltaico sulla copertura degli uffici del decentramento nella frazione di Rometta Marea (ME). Importo: 53.590 € Scadenza: 26/8/2020 Bando (zip)   Bandi del giorno Archivio Bandi

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.

Source: Qualenergia.it

Colonnine di ricarica di veicoli elettrici a San Cesareo (RM)

Avviso per affidamento di fornitura, all’installazione e alla gestione di colonnine di ricarica di veicoli elettrici su suolo pubblico a San Cesareo (RM). Importo: n.d. Scadenza: 31/8/2020 Bando (zip)   Bandi del giorno Archivio Bandi

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.

Source: Qualenergia.it

Gestione, manutenzione e riqualificazione impianti di pubblica illuminazione in provincia di Como

Affidamento in concessione, tramite finanza di progetto e mediante procedura aperta, del servizio di gestione, manutenzione e riqualificazione degli impianti di pubblica illuminazione e predisposizione degli stessi ai servizi di «Smart Cities», nei comuni facenti parte dell’aggregazione di cui è capofila la Comunità Montana Triangolo Lariano: albavilla, asso, barni, blevio, caslino d’erba, castelmarte, eupilio, lasnigo, […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.

Source: Qualenergia.it

Come autoconsumare energia in condominio o in una comunità: tutte le novità e i vantaggi

Si avvicina sempre di più la possibilità, del tutto nuova per l’Italia, di fare autoconsumo elettrico collettivo da fonti rinnovabili negli edifici condominiali e nelle comunità energetiche. A dare un’ulteriore spinta è l’uscita della delibera dell’Arera (Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente) e il superbonus al 110% per l’edilizia (vedi anche l’articolo Superbonus […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.

Source: Qualenergia.it

Presentazione della Relazione annuale 2020 di Arera

Il 17 settembre 2020 alle ore 11:00 avrà luogo la presentazione della Relazione annuale di Arera alla presenza del Presidente della Camera dei Deputati.

A causa dell’emergenza sanitaria, la presentazione si svolgerà in forma ristretta presso la Camera dei Deputati.

L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming.

Seguiranno dettagli per il collegamento.

Source: Qualenergia.it

Un impianto fotovoltaico commerciale con 400 kWh di accumulo nella Sicilia occidentale

A luglio è stato realizzato un impianto fotovoltaico commerciale di 130 kW con 400 kWh di accumulo, presso la storica azienda Rizzuto Imbottiture srl di Campobello di Mazara, in provincia di Trapani.

General Contractor del progetto, la A29 srl, azienda che ha curato il dimensionamento, la progettazione e la realizzazione dell’impianto, mentre il distributore Energia Italia srl ha fornito tutte le tecnologie impiegate.

Si tratta di uno dei primi impianti con un accumulo con capacità di 400 kWh in Italia e sicuramene il più grande della Sicilia Occidentale.

È stato realizzato con il nuovo sistema di inverter per accumulo ibrido trifase Azzurro HYD 20000 da 20 kW, prodotto lanciato da poche settimane sul mercato internazionale da Zucchetti Centro Sistemi.

I moduli fotovoltaico sono quelli ad alta efficienza Q Peak Duo G5 da 325W di Q Cells. L’accumulo al litio è con batterie Pylontech.

La Rizzuto Imbottiture è un’azienda siciliana specializzata nella lavorazione di fibre naturali, artificiali e sintetiche, da sempre attenta alla sostenibilità e alla tutela dell’ambiente: Tutto quello che produciamo nei nostri stabilimenti è riciclabile, gran parte delle nostre materie prime sono ottenute a loro volta da materiali riciclati come ad esempio le bottiglie in plastica”, ha detto Lorenzo Rizzuto, CEO dell’azienda.

“Per la seconda volta realizziamo un impianto fotovoltaico sui nostri stabilimenti produttivi, con lo scopo di migliorare i nostri processi attraverso l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile.

Grazie al suo know how di efficientamento energetico la A29 srl ha risposto alle esigenze del cliente. Ne è nata così una soluzione di riqualificazione energetica tecnologicamente avanzata.

Un’azienda come la Rizzuto Imbottiture si caratterizza per avere una lavorazione a ciclo continuo, con impiego di macchinari che hanno elevati consumi energetici – ha spiegato Giovanni Tumbarello, Responsabile Tecnico di A29 – dunque l’esigenza dell’azienda era quella di efficientare e razionalizzare il fabbisogno e di utilizzare l’energia prodotta anche nelle fasce serali e notturne di lavorazione. Dal confronto con l’imprenditore, molto attento nell’ambito dell’Energy Management, è risultato necessario progettare e attuare un piano di azione, implementando le risorse presenti in sito, per migliorare la prestazione energetica aziendale in tutte le fasce di consumo”.

L’impianto fotovoltaico rappresenta un bellissimo esempio di applicazione della nostra nuova famiglia di inverter per l’accumulo ibrido trifase – ha detto Riccardo Filosa, Sales Director di Zucchetti Centro  Sistemi – e al tempo stesso si tratta di uno degli impianti più grandi realizzati finora, a pochi mesi dal lancio del nostro prodotto, una tecnologia che il mercato stava aspettando e che è risultata vincente tanto per prestazioni tecniche quanto per praticità di installazione. Come Zucchetti Centro Sistemi siamo orgogliosi di aver preso parte a questo bellissimo progetto, supportando Energia Italia per la vendita e A29 per la messa in opera”.    

Giuseppe Maltese, Direttore Commerciale di Energia Italia ha spiegato come “i progetti condivisi portano sempre maggiori risultati. Il ruolo del Distributore non è solo quello di ‘vendere la tecnologia al miglior prezzo’, ma accompagnare l’azienda installatrice dalla progettazione alla messa in funzione dell’impianto. In questo importante progetto abbiamo fatto da trait d’union tra la A29, Zucchetti Centro Sistemi e Q Cells, favorendo il connubio tra tecnologie e competenze tecniche, puntando su tecnologie di massima affidabilità, dando garanzia di producibilità e assistenza alla committenza”.

“Il progetto realizzato dalla A29 rappresenta il giusto riconoscimento del lavoro sinergico compiuto da Hanwha Q CELLS con i propri partner come Energia Italia. Le nostre soluzioni – dice Ignazio Sasanelli, Head of Strategic Business Development Italia – vengono premiate per i risultati e la grande affidabilità espressa nel tempo, soprattutto nel segmento on roof sul quale da sempre si concentra la nostra spinta innovativa e ricerca tecnologica”.  Esso dimostra – conclude Sasanelli – come per installatori e committenti il poter contare sul supporto diretto di un team di esperti disponibile in loco oltre che di una gamma di soluzioni puntualmente aggiornata alle principali normative ed evoluzioni, è una garanzia di massima valorizzazione e sicuro affidamento nell’orientamento delle scelte progettuali”.

Source: Qualenergia.it

In Polonia una fabbrica di materiali innovativi per le batterie delle auto elettriche

Si moltiplicano gli investimenti europei in nuove fabbriche di batterie per le auto elettriche, tanto da arrivare in Polonia, paese finora più noto per il massiccio impiego di carbone, invece che per il suo impegno nelle energie pulite.

In una nota della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (nell’acronimo inglese EBRD, European bank for reconstruction and development), si legge di un prestito complessivo da 135 milioni di euro, destinato alla costruzione di una fabbrica di componenti innovativi per batterie al litio in Polonia.

Più precisamente, 90 milioni di euro arriveranno dalla stessa EBRD, e altri 45 milioni dalla banca tedesca KfW IPEX-Bank.

Destinatario dei finanziamenti è il gruppo Johnson Matthey, multinazionale inglese specializzata nella chimica e nelle tecnologie sostenibili, che li userà per sviluppare uno stabilimento a Konin, il primo al mondo a produrre la nuova generazione di materiali per il catodo delle batterie, sviluppata dalla società con sede a Londra.

L’azienda ha diffuso pochi dettagli sulle caratteristiche di questi materiali, battezzati eLNO.

In particolare, si parla di una percentuale molto limitata di cobalto nella composizione chimica e di un’elevatissima densità energetica, che secondo Johnson Matthey consentirà di aumentare parecchio l’autonomia dei veicoli elettrici.

La fabbrica di Konin, la cui costruzione è già iniziata quest’anno, entrerà in funzione nel 2022 con una capacità pari a 10.000 tonnellate/anno di eLNO, sufficienti per circa 100.000 vetture plug-in a batteria, con il potenziale di fare economie di scala fino a decuplicare il livello produttivo, portandolo a 100.000 tonnellate/anno.

Più in generale, Johnson Matthey punta a creare una filiera delle batterie a basso impatto ambientale, utilizzando energie rinnovabili e rifornendosi di materie prime – litio, cobalto, nickel – provenienti da miniere “etiche”.

Infatti, ricordiamo che uno dei problemi principali del cobalto è la sua provenienza da siti minerari, perlopiù in Congo, in cui non si rispettano le condizioni di salute e dignità dei lavoratori.

Nei giorni scorsi è stata la svedese Northvolt a raccogliere nuovi finanziamenti per 1,6 miliardi di dollari che serviranno a realizzare due super-stabilimenti di celle/batterie al litio, in Svezia e Germania; la prima gigafactory, quella di Skelleftea, sarà operativa nel 2021 con una capacità massima annuale di 40 GWh.

Sta così prendendo forma – con questa e altre iniziative nell’ambito della Battery Alliance europea e della Global Battery Alliance (di cui fa parte Johnson Matthey) – quella filiera industriale europea nel campo delle batterie, che proverà a contrastare l’attuale dipendenza dai fabbricanti esteri, soprattutto asiatici.

Secondo Bruxelles, saranno necessarie 10-25 gigafactory al 2025 nel nostro continente per soddisfare la crescente domanda di batterie e competere con i produttori stranieri, in particolare asiatici.

Source: Qualenergia.it

Crollano dell’11% i consumi di gas in Italia nel primo semestre 2020

Nonostante la “fiducia” di alcuni riposta ancora sul ruolo del gas per il futuro energetico del paese (vedi metanizzazione delal Sardegna), questa fonte non decolla, ma anzi ha un trend in calo da oltre 10 anni a questa parte.

Certo, complice anche la crisi Covid, nel primo semestre 2020 i dati sui consumi di gas naturale sono impietosi: crollano del’11%.

Secondo i dati ufficiali del Ministero dello Sviluppo economico a fine giugno i consumi di gas naturale nel nostro paese sono stati pari a 36 miliardi di metri cubi, con un calo di 4,4 mld m3 rispetto allo stesso periodo del 2019.

Ricordiamo che nel 2019 si era registrata una leggera crescita dei consumi (+2,3% sul 2018), ma che già nel primo trimestre 2020 (prima del vero lockdown) la tendenza era in calo (-6,7% sul primo trimestre 2019).

Nel settore elettrico la discesa dei consumi del primo semestre 2020 era stata dell’8,9% rispetto al primo semestre 2019.

I dati sui consumi di gas nel nostro paese sono da attribuire ad una significativa minore domanda di gas naturale del settore termoelettrico (ad esempio solo a giugno si ha -10,7% rispetto a giugno 2019) e per quelli del settore industriale. In leggero incremento invece i consumi nel settore residenziale.

Nella tabella (fonte: MiSE-DGSAIE), il consumo di giugno 2020 e del primo sempre rapportato al 2019.

In attesa dei dati ufficiali possiamo anticipare che anche a luglio la domanda è in diminuzione: tra il 4 e il 5% su luglio 2019.

Le fonti dell’import di gas

Le importazioni di gas naturale nel primo trimestre 2020 diminuiscono del 9,7% sul periodo gennaio-giugno 2019.

In discesa del 9,4% l’import dalla Russia, paese da cui è arrivato il 42% del gas estero.

In forte calo del 31,7% l’import dall’Algeria. Il secondo punto di importazione nel primo semestre è il Nord Europa ed l’unico in crescita (+8,1%). Dalla Libia l’import è in calo del 16% sul primo semestre 2019.

Nel complesso si ha un calo più attenuato del gas importato dai terminal GNL: -6% circa, al momento circa il 19,5% del gas naturale importato in Italia.

La produzione nazionale scende a -18,6% sul 2019, con mezzo mld di m3 in meno. Oggi rappresenterebbe appena il 5,7% della domanda nazionale.

Source: Qualenergia.it

Tutto sul Superbonus 110%, la raccolta di QualEnergia.it

Testo e fonti ufficiali:

Le ultime novità:

Chiarimenti e articoli esplicativi:

Commenti sulla versione definitiva della misura e inchieste sui possibili impatti:

Source: Qualenergia.it

Sconto del 10% per nuovi abbonati e rinnovi a QualEnergia.it PRO

Vuoi abbonarti per un anno a QualEnergia.it PRO?

Dal 12 al 25 agosto potrai usufruire di uno SCONTO DEL 10% sull’abbonamento annuale.

Per usufruire dello sconto dovrai inserire, al momento dell’ordine, il codice promozionale:

sconto-10-agosto2020

Lo sconto è valido esclusivamente per seguenti format (non ha quindi validità per l’opzione con 10 giorni di prova):

Abbonamento singolo (225 € + Iva 4%, anziché 250 + Iva 4%)

Abbonamento Multiplo (450 € + Iva 4%, anziché 500 + Iva 4%)

Per ogni richiesta di chiarimento scrivere a: qualenergia-pro@qualenergia.it

Source: Qualenergia.it