Il Super ecobonus e il salto a ostacoli delle due classi energetiche

Lo snodo principale su cui è incardinato l’intero meccanismo delle detrazioni fiscali del 110% per la riqualificazione energetica delle nostre abitazioni è quello del miglioramento di “almeno due classi energetiche dell’edificio, ovvero, se non fosse possibile, il conseguimento della classe energetica più alta,” come recita il Decreto Rilancio da poco istituito dal governo. In attesa […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.

Source: Qualenergia.it

Enel accelera sull’uscita dal carbone, sia in Italia che in Cile

Enel sta accelerando l’uscita dal carbone non solo in Italia, ma anche in Cile, come riporta la stessa società energetica italiana in due note sulle rispettive operazioni.

Per quanto riguarda il nostro paese, il ministero dello Sviluppo economico ha dato via libera alla chiusura anticipata del Gruppo 2 della centrale termoelettrica Federico II di Brindisi dal 1° gennaio 2021.

Si tratta, evidenzia Enel, della prima delle quattro unità produttive a carbone della centrale che si avvia alla chiusura definitiva. In coerenza con la propria strategia di decarbonizzazione della produzione di energia elettrica e con gli obiettivi del Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (PNIEC), chiarisce poi la società, Enel ha avviato negli scorsi mesi l’iter di permitting per la riconversione del sito con un impianto a gas ad altissima efficienza necessario per assicurare la chiusura completa dell’impianto a carbone di Brindisi entro il 2025 e per assicurare contestualmente la sicurezza della rete elettrica nazionale.

Inoltre, Enel sta sviluppando progetti per l’installazione di potenza fotovoltaica all’interno del sito, come parte della più generale iniziativa di sviluppo di nuova capacità rinnovabile su tutto il territorio italiano.

Intanto il gruppo Enel, in linea con la sua strategia di decarbonizzazione, si legge in una nota sulle attività in corso in Cile, prevede di chiudere l’Unità I da 128 MW dell’impianto di Bocamina entro il 31 dicembre 2020 e l’Unità II del medesimo impianto (da 350 MW) entro il 31 maggio 2022, in modo da uscire totalmente dal carbone nel paese sudamericano. Allo stesso tempo, Enel sta pianificando il completamento di 2 GW di capacità rinnovabile attraverso Enel Green Power Chile.

Il WWF, commentando i provvedimenti di Enel, afferma che a questo punto (neretti nostri) “è fondamentale che l’azienda […] invii come richiesto dal Ministero dell’Ambiente, il piano dettagliato per la dismissione completa dell’uso del carbone da completarsi entro il 2025. Allo stesso tempo il WWF auspica che si rinunci al processo di riconversione a gas che vedrebbe la nascita di un impianto di ben 1.680 MW, una potenza assolutamente ingiustificata per un sistema energetico che dovrebbe essere decarbonizzato (cioè ad emissioni di carbonio nulle) e quindi dovrebbe puntare sulla massiccia produzione da fonti rinnovabili, su un adeguamento della rete elettrica e sulla realizzazione di adeguati sistemi di accumulo”.

Secondo Greenpeace Italia “la scelta di iniziare a chiudere la centrale a carbone di Brindisi, una delle più inquinanti d’Europa, è senza dubbio positiva, purtroppo però rovinata dalla volontà dell’azienda di convertire l’impianto a gas fossile”, dice Alessandro Giannì, direttore delle Campagne di Greenpeace Italia. “Da un punto di vista climatico, passare dal carbone al gas significa non accelerare come necessario verso la vera soluzione, ovvero energie rinnovabili, efficienza energetica e sistemi di accumulo. Cittadine e cittadini di Brindisi meritano un futuro diverso. Dopo decenni di inquinamento legato al carbone, per la città occorrerebbe una transizione energetica che metta al centro i lavoratori e l’ambiente”, ha concluso Giannì.

Source: Qualenergia.it

Riqualificazione energetica illuminazione pubblica a Dormelletto (NO)

Procedura aperta. Id 018/2020. Stazione unica appaltante per il comune di Dormelletto (NO). Gara a procedura aperta per l’affidamento dei lavori di riqualificazione energetica, illuminotecnica, meccanica e l’adeguamento normativo degli impianti di illuminazione pubblica con l’integrazione di servizi smart city rivolti alla cittadinanza. Durata del contratto: 120 giorni naturali. N.B.: il 15/06/20 è la data […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.

Source: Qualenergia.it

Riqualificazione energetica impianti di illuminazione pubblica a Bagnolo Piemonte (CN)

Avviso pubblico di manifestazione di interesse per l’espletamento di procedura negoziata per l’affidamento dei lavori di riqualificazione energetica degli impianti di illuminazione pubblica a Bagnolo Piemonte (CN). Importo: 304.631 euro Scadenza: 5 giugno 2020 Bando (zip)

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.

Source: Qualenergia.it

Gestione impianti di pubblica illuminazione a Pianengo (CR)

Procedura aperta. Id sintel: 124968565. Concessione per lo svolgimento del servizio di gestione degli impianti di pubblica illuminazione, con diritto di prelazione da parte del promotore, comprensivo di fornitura di energia elettrica e realizzazione di interventi di adeguamento normativo ed efficientamento energetico per il comune di Pianengo (CR). Importo: 1.404.000 euro Scadenza: 26 giugno 2020 […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.

Source: Qualenergia.it

Efficientamento energetico asilo nido a Cascina (PI)

Procedura negoziata ai sensi dell’articolo 36, comma 2, lettera c), del D.Lgs. n. 50/2016 svolta con modalità telematica. Appalto lavori di ristrutturazione per efficientamento energetico Asilo Nido L’Aquilone San Frediano a Settimo Cascina (PI) Importo: 189.402 euro Scadenza: 8 giugno 2020 Bando (zip)

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.

Source: Qualenergia.it

IREX Annual Report 2020 – Il futuro del sistema elettrico

IREX Annual Report 2020
LA TRANSIZIONE ENERGETICA, RILANCIO O FRENATA?
Il futuro del sistema elettrico
Lunedì 22 giugno 2020 – ore 10.45-13.00

Seconda delle due giornate organizzate da Althesys per la presentazione dell’IREX Annual Report 2020.

Nel corso degli appuntamenti online verranno presentate la prima e la seconda parte dell’Irex Annual Report “La trasformazione del settore elettrico. Rinnovabili, mercati, reti, innovazione”, il rapporto annuale curato da Althesys sulle tendenze e le strategie del comparto delle rinnovabili.

Il report fornisce il quadro più ampio e dettagliato sul settore oggi disponibile in Italia, analizzando gli investimenti, la situazione internazionale e l’insieme del sistema energetico del Paese.

Programma e iscrizione (a breve tutte le info)

Source: Qualenergia.it

Commissione Europea: braccio di ferro sui vincoli climatici al piano di ripresa

Alcune parti del piano di ripresa UE, compreso il Just Transition Fund, dovrebbero escludere esplicitamente il gas. Ma altre parti no, lanciando l’allarme tra gli attivisti ambientali.

The post Commissione Europea: braccio di ferro sui vincoli climatici al piano di ripresa appeared first on Rinnovabili.

Source: Rinnovabili.it

IREX Annual Report 2020 – La visione e le strategie delle imprese

IREX Annual Report 2020
LA TRANSIZIONE ENERGETICA, RILANCIO O FRENATA?
La visione e le strategie delle imprese
Martedì 9 giugno 2020 – ore 10.45-13.00

Prima delle due giornate organizzate da Althesys per la presentazione dell’IREX annual report 2020.

Nel corso degli appuntamenti online verranno presentate la prima e la seconda parte dell’Irex Annual Report “La trasformazione del settore elettrico. Rinnovabili, mercati, reti, innovazione”, il rapporto annuale curato da Althesys sulle tendenze e le strategie del comparto delle rinnovabili.

Il report fornisce il quadro più ampio e dettagliato sul settore oggi disponibile in Italia, analizzando gli investimenti, la situazione internazionale e l’insieme del sistema energetico del Paese.

Programma e iscrizione

Source: Qualenergia.it